Filippo Menconi: stop al degrado in via Puliche.

Ecco cosa si trovano i turisti che vengono a passare qualche giorno sulla nostra costa: sporcizia, bidoni che traboccano, sacchetti con fuoriuscita di liquidi e di rifiuti. Poi ci lamentiamo perché ci definiscono arretrati e da terzo mondo? Personalmente, dopo aver raccolto anche le lamentele dei residenti, a causa di residui maleodoranti rovesciati a terra, avevo già esposto il problema della sovrabbondanza di rifiuti in questa strada, alle varie competenze amministrative in data 5 aprile. Mi era stato risposto che entro una settimana sarebbero intervenuti. Ebbene questo non è avvenuto, nonostante ci fossero due festività importanti, il 25 aprile e il primo maggio che con il bel tempo avrebbero portato molti turisti dalle nostre parti. Ma non è solo per i forestieri che certe cose vanno “aggiustate”, anche per chi ci vive quotidianamente, per chi passeggia, per chi porta fuori i propri figli, per noi che dobbiamo sopportare questa vergognosa vista e per la nostra salute. Se non si fa un salto di qualità, se non si pensa che il biglietto da visita significhi molto per l’economia, se non si comprende che l’arredo, l’estetica di un territorio, attraggono, invitano le famiglie, i giovani, gli anziani allora non si è capito nulla di quale stimolo serva a un territorio per decollare. In quella stessa zona, lasciata nel degrado, ci sono molti appartamenti in locazione, locali che accoglieranno turisti nel periodo estivo, che vengono scelti per la vicinanza al mare anche da chi desidera risiedere in un luogo favorevole alla salute. Quindi? Lasciamo l’immondizia dappertutto? Naturalmente bisogna appellarsi anche al buon senso della gente, perché pratichi la raccolta differenziata, perché non lasci selvaggiamente a terra i propri rifiuti.
Filippo Menconi

Filippo Menconi

Generalmente mi circondo di persone che mi hanno dimostrato fiducia , perché senza la fiducia e il rispetto, con me non si può costruire alcun tipo di rapporto!!